LAIV
Fondazione Cariplo

11. Monitoraggio, valutazione e riprogettazione

11.1 Il laboratorio assume forme di monitoraggio del proprio percorso e dei risultati, esplicitandone gli strumenti (es. diario di bordo, questionari, griglie di osservazione, ecc.). Il monitoraggio e la successiva valutazione sono strettamente collegati agli obiettivi di progetto e ai risultati attesi: quanto più i primi sono chiari ed espliciti fin dall’inizio, tanto più ogni docente saprà cosa osservare durante il percorso del laboratorio e, successivamente, come valutare le varie fasi e i vari aspetti del processo, nonché gli esiti effettivi in rapporto ai risultati attesi. La finalità del processo di monitoraggio e valutazione è capitalizzare la conoscenza per consentire di riprogettare avvalendosi dell’esperienza già vissuta.

11.2 Il laboratorio allestisce una documentazione sia del percorso progettuale sia dei prodotti realizzati. Effettuata attraverso strumenti di registrazione e supporti diversificati a seconda dei destinatari, la documentazione obbedisce al bisogno di disporre di materiale per monitorare e valutare le azioni attuate, ed eventualmente riprogettarle, e all’esigenza di informare, ordinare, raccogliere e trasmettere le informazioni rilevanti relative al progetto. Una documentazione e una comunicazione efficace del lavoro effettuato svolgono un ruolo decisivo nel diffondere all’interno e all’esterno dell’istituto gli aspetti peculiari e significativi del laboratorio, facilitando il coinvolgimento e la motivazione al lavoro di docenti, studenti, famiglie.

Nota
In base alla legge 241/90 e alla Carta dei servizi DPR 7/6/95, un'organizzazione scolastica deve utilizzare la documentazione per dare visibilità e trasparenza alla propria azione.

11.3 A partire dall’analisi delle buone prassi e delle criticità, la riprogettazione può riguardare aspetti organizzativi del laboratorio (all’interno o all’esterno della scuola, tempi e modalità di svolgimento, partecipazione dei ragazzi), aspetti contenutistici (sia legati alle dinamiche di gruppo e agli apporti dell’operatore che agli argomenti affrontati), aspetti di linguaggio (scelta all’interno degli specifici ambiti teatrale e musicale), ricadute didattiche e interdisciplinari (competenze e conoscenze, didattica laboratoriale). La riprogettazione può comportare una evoluzione nel senso della continuità dell’esperienza oppure una esplorazione di nuove possibilità.