LAIV
Fondazione Cariplo

3. Finalità del Progetto LAIV

Il Progetto LAIV – Laboratorio delle Arti Interpretative dal Vivo si propone di:

3.1 valorizzare il contributo che l’esperienza musicale e teatrale è in grado di recare alla maturazione delle risorse cognitive, affettive e relazionali dei giovani, alla loro creatività, e all’appropriazione dei più estesi valori culturali che formano il tessuto multidisciplinare della scuola superiore, e di cui sono portatori, con l’autorevolezza che deriva dalle rispettive competenze avanzate, i propri docenti e gli operatori del laboratorio.

3.2 migliorare la capacità dei ragazzi di apprendere ad apprendere, favorendo l’approccio interdisciplinare ai problemi.

3.3 incoraggiare la pratica di metodologie dinamiche d’insegnamento, capaci di ricadute innovative sul complessivo impianto didattico della scuola superiore.

3.4 promuovere l’apertura del mondo della scuola a quello delle organizzazioni del settore (enti teatrali, concertistici, scuole di musica e di teatro, associazioni, e così via).

3.5 impegnare le organizzazioni nell’elaborazione di risposte adeguate ai bisogni e alle problematiche dei giovani e della scuola.

3.6 diffondere una concezione dinamica della scuola come laboratorio in cui i diversi saperi fondanti la cultura contemporanea – musica e teatro tra questi – concorrono, ciascuno secondo il proprio statuto epistemologico, a una lettura unitaria e organica della realtà.

Nota
Col termine finalità (o finalità generale) si intende una dichiarazione di intenti relativa alla meta generale che si intende perseguire nell’arco di un ampio processo e che deve essere tradotta in obiettivi specifici. Col termini obiettivi si intende il traguardo che l’organizzazione si propone di raggiungere attraverso lo svolgimento di un’attività pianificata, verificabile attraverso indicatori. La definizione di un obiettivo consente di individuare elementi osservabili (risultati attesi) il cui livello di conseguimento è oggetto del monitoraggio che affianca il percorso.